Donne freelance: 5 lezioni di  donne che hanno fatto la storia

Donne freelance: 5 lezioni di donne che hanno fatto la storia

Nel campo "freelance", le donne se la passano meglio degli uomini: mentre nel mondo delle aziende il gap di paga è del 20%, qui è quasi inesistente e le donne ricevono il 9% in più dei progetti. 

Ovviamente questo non elimina le sfide che puoi incontrare nel mondo del freelancing e i giorni passati a mettere in dubbio le tue capacità.

Nelle giornate più difficili prenditi un momento per scoprire le storie delle donne che hanno reso il freelancing femminile possibile e quello che puoi imparare da loro.

Helen Keller: Il lavoro ti nobilita, sempre

Helen Keller è stata una scrittrice, attivista e insegnante americana, sordo- cieca fin da un anno di vita. Diceva che il suo dovere era svolgere compiti semplici come se fossero grandi e nobili. 

Questa è un’ottima attitudine da prendere per il proprio lavoro: dare valore anche alle piccole cose. Alcuni non capiranno quello che fai e altri non prenderanno il freelancing seriamente. Ma dopo tutto, non tutti hanno la disciplina e l’organizzazione che un lavoro del genere richiede, ma tu sì.

Elizabeth Blackwell: Se non c’è una strada, creala

Elizabeth Blackwell è stata la prima donna a ricevere una laurea in medicina e l’autorizzazione a praticarla. Ovviamente ha subito molta discriminazione da parte dei suoi colleghi uomini, ma invece di arrendersi ha aperto uno studio medico con sole donne. La lezione che ci insegna è di creare un proprio percorso anche se non c’è una strada davanti a noi.

Edith Head: La tua personalità è la tua arma più forte

Edith Head è stata una costumista americana, che con il suo lavoro nel cinema ha vinto ben 8 Academy Awards. Ad oggi tanti costumisti possono avere il suo talento, ma pochi una personalità unica e indimenticabile come la sua.

Nel mondo del freelancing troverai molte persone con le tue capacità ed esperienza. Quindi il miglior modo per emergere è far venire fuori la tua personalità in tutto quello che fai: nel lavoro, nel rapporto con i clienti ma anche nella bio online. Essere te stesso potrebbe essere la tua arma più forte.

Sacagewea: Puoi avere successo sia nel mondo del lavoro che come madre

Sacagewea è stata la guida indiana che ha aiutato Lewis e Clark nella loro storica impresa di attraversare gli Stati Uniti dalla costa atlantica a quella pacifica. Senza di lei i due esploratori sarebbero stati persi ed ha affrontato tutto il viaggio con suo figlio nato da poco. 

Se ti stai destreggiando tra maternità e lavoro da freelance usa questo esempio per ricordarti che puoi fare benissimo entrambe le cose, soprattutto con una buona organizzazione.

Madame C.J. Walker: Non aver paura di sfidare le regole

Madame C.J. Walker è stata la prima donna americana a diventare milionaria con il suo lavoro. Ha sviluppato una linea di prodotti per capelli per donne di colore, rivoluzionando il mercato e creando nuovi standard di bellezza.

La sua lezione è particolarmente importante per le donne freelance, che devono faticare in un mercato a loro sfavorevole. Se gli standard comuni non ti sono convenienti creane di nuovi. Non aver paura di sfidare le regole e mettere dei limiti per il tuo bene, anche se questo significherà abbandonare clienti ingestibili.

Non credere che queste storie siano impossibili da replicare. Il bello, nel mondo dei freelance, è che tutto dipende da te e per questo motivo non avrebbe senso importi dei limiti. Sappiamo che senti spesso dire la frase: “sogna in grande”, ma in questo caso hai  la possibilità di farlo davvero perché persone che hanno sognato in grande sono arrivate a fare grandi cose e qui sopra hai cinque storie che lo dimostrano.

Continua a leggere